Autore: Beatrice Angelini

Tendenze di viaggio

Il turismo eco-sostenibile

October 17, 2013, 12:08

Il settore del turismo sembra tenere nonostante la crisi, ma oggi più che mai è importante trovare la propria nicchia di mercato e specializzarsi.

Lavorare in ambito turistico senza avere nulla che distingua dalla concorrenza è molto rischioso, perché i turisti sono sempre più esigenti, preparati e in grado di informarsi.

Chi viaggia lo fa oggi a scopi precisi e secondo i propri gusti, ed è a questo nuovo tipo di domanda che l'offerta (cioè l'insieme delle strutture turistiche) deve adeguarsi.

Una delle "specializzazioni" più proficue in questo momento per strutture alberghiere e ricettive (quindi anche per ostelli, agriturismi, b&b) è quella del turismo green, o "ecosostenibile".

Il turismo ecosostenibile è un turismo attento ai temi ambientalisti e orientato al contatto con le tradizioni locali e con la natura.

I turisti eco-sostenibili: chi sono


Dal punto di vista di chi viaggia, turismo eco-sostenibile significa:
  • scegliere mezzi di trasporto poco inquinanti (bicicletta e treno al posto di macchina e aereo)
  • scegliere alberghi rispettosi dei temi green
  • scegliere località poco conosciute e alternative alle mete più battute, nell'intento sia di ritrovare un contatto autentico e non stereotipato con i luoghi visitati, sia di valorizzare le bellezze del territorio.

Gli operatori eco-sostenibili: cosa li caratterizza


Dal punto di vista degli operatori del turismo, "convertirsi" al turismo green non significa solo assecondare una moda, ma cambiare completamente e definitivamente punto di vista.

E non soltanto come scelta etica, ma anche come opportunità di sviluppo economico, visto che i turisti eco-sostenibili sono in aumento. Ma cosa contraddistingue una struttura eco-sostenibile da un'altra? Gli elementi sono numerosi:

  • utilizzo di fonti d'energia rinnovabile come pannelli solari o impianti d'altro tipo;
  • bioarchitettura, cioè arredamento realizzato solo con materiali naturali, senza solventi chimici o elementi dannosi per l'ambiente e la salute. I tessuti ed i tendaggi, ad esempio, vanno scelti tra quelli in fibre di cotone naturali e biologiche; il parquet va selezionato tra quelli applicati senza colla, in essenze che non provengono da paesi lontani o che non contribuiscano alla deforestazione del pianeta (ottimo il parquet bamboo); la vernice va scelta tra quelle di nuova concezione, senza solventi chimici dannosi;
  • menù a km 0 e grande attenzione all'alimentazione biologica;
  • forte attenzione al risparmio energetico: luci a spegnimento automatico; lampade a basso consumo; perfetta manutenzione degli impianti di riscaldamento e idraulici; contenitori per la raccolta differenziata; doppio scarico in bagno;

Ovviamente, per trasformare questa nuova "filosofia aziendale" in una reale opportunità economica, bisogna anche imparare a comunicare nel modo giusto con i clienti.

Purtroppo i portali turistici che offrono visibilità a questo tipo di turismo sono ancora pochi: gli operatori del turismo eco-sostenibile devono pertanto imparare a diffondere informazioni direttamente sui propri siti web, ad utilizzare i canali giusti ed iniziare a costruire dei network per fare rete sul territorio.

Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia